L’espansione di Roma verso il mare nel racconto della bonifica del litorale in occasione del 137esimo anniversario.

All’interno  del calendario gattesco,  i Gatti della Regina segnalano l’incontro

L’espansione di Roma verso il mare

Sabato 11 dicembre 2021 ore 15

Ecomuseo del Litorale, Polo Ostiense
Via del Fosso di Dragoncello, 172, 00124 Roma RM

“Antecedentemente al 1884 – considerato l’anno della rinascita del territorio in epoca contemporanea, – il litorale romano, dal suo centro (Isola Sacra, Ostia e Fiumicino) fino alle sue ali estreme (Castel Fusano- Capocotta e Torrimpietra-Passoscuro), presentava il paesaggio antropico tipico delle aree litoranee di foce, che a suo tempo erano state sommerse dal mare e poi erano divenute lagune. Infestate dalla malaria e ambientalmente ostili per l’abbandono plurisecolare da parte dell’uomo e per le mutazioni morfologiche dei suoli, queste terre potevano offrire possibilità e modi di sopravvivenza soltanto a coloro che erano disposti a mettere in gioco la propria vita.

Nel 1878, dopo anni di studio da parte di commissioni costituite allo scopo, il governo vara la legge che prevede il bonificamento idraulico degli stagni di Ostia e Maccarese e di altre zone della campagna romana. L’ intento è quello di cercare di risolvere il grande problema dell’eradicazione della malaria che giunge a infestare anche alcuni quartieri della capitale. (da “La bonifica degli stagni e la colonia ravennate di Ostia” di Paolo Isaja sul  supplemento  SIGEA   )

Accesso alle iniziative

Ingresso libero ma contingentato. Contattare l’ecomuseo per ogni dettaglio.

Locandina

Ecomuseo del litorale romano

Il Sistema Ecomuseale Storico Antropologico per il Delta Tiberino è composto da due Poli museali con sedi espositive ad Ostia Antica e a Maccarese, dal Polo virtuale di Fiumicino e dai Percorsi Interpolari sul territorio. segue su crtecomuseo

Extra

Bonifica dell’agro romano

> Con la fine della seconda guerra mondiale, il decollo industriale e la migrazione verso le citta’, si chiude il capitolo della bonifica iniziato oltre duecento anni prima. L’eredita’ dei terreni prosciugati viene capitalizzata per nuove economie (abitative, turistiche, industriali, …) Nel frattempo nasce l’ecologia e con essa un ripensamento generale: alle paludi viene restituito “diritto di cittadinanza”, in quanto importanti custodi della diversita’ naturale  e attori strategici nella gestione dei regimi  idraulici. segue...

Qua la zampa

>Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere (ma prima leggete le raccomandazioni a terra e in acqua).

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese feline. Non lasciateci soli! !

 

11.12.21: L’espansione di Roma verso il mare
Tag: