Una panoramica  dei percorsi lungo il Tevere e le divagazioni Tiberine, da proporre (con molta cautela) alle nuove generazioni.

I percorsi

All’interno dell’Operazione Patronus e dopo la pagina sulla Riserva del Litorale Romano, una panoramica  dei percorsi da proporre (con molta cautela) alle nuove generazioni.

I percorsi vengono elencati in un ordine di difficoltà crescente del tutto arbitrario. Si è cercato di tenere conto del tipo di fondo (quello pavimentato è meno “faticoso” dello sterrato), della presenza di servizi (bar, bagni, fontanelle,….), del livello di esposizione alle automobili, etc etc.

Aiutateci a correggere la classifica con le vostre riflessioni. Ma soprattutto, fate preventivamente un sopralluogo per valutare personalmente l’opportunità di tornarci con i bambini.

Note:

  • percorsi pianeggianti: tutti i percorsi proposti sono pianeggianti
  • festivi affollati: Nei giorni di festa il traffico di ciclisti potrebbe aumentare sensibilmente, e non tutti hanno la sensibilità di rallentare in presenza di bambini.
  • trasporti pubblici:  nel caso intendiate raggiungere i percorsi con i trasporti pubblici (qualora presenti),  riflettete sulle possibili barriere architettoniche (es: assenza/avaria degli ascensori).

(lungo la Via al Mare nella Mareggiata Bambina del 2019)

 

  1. Città Eterna (da Ponte Milvio a Ponte Sublicio): sfrutta la banchina altezza fiume. L’unico rischio è finire in acqua. Si consiglia di raggiungerla sfruttando le rampe presenti a ponte Marconi, Ponte Sublicio, all’isola Tiberina e al Lungotevere della Vittoria (le scale che scendono dai lungotevere sono moooolto scomode). segue…
  2. Terre del Nord (da Ponte Milvio a GRA Nord Labaro/Prima Porta): da fare avanti e indietro. Bar e Fontanella solo alle estremità.   segue…
  3. Campi Elisi  (da Ponte Sublicio a GRA Sud Eur Mezzocammino): si consiglia di partire dal Ponte Romano, per raggiungere il confine GRA SUD Mezzocammino godendo il tratto più bello. Fontanella solo al Ponte Romano. segue…
  4. Pineta di Castel Fusano lungo l’Anello del Sud: Al capolinea della ferrovia Roma Lido. Una vasta pineta dove scorrazzare liberamente. Si può rimanere sulle strade asfaltate (chiuse al traffico) o divagare nella miriade di sentieri che corrono tra pini, lecci, …. segue…
  5. Via al Mare da Roma a Fiumicino: 22km all’interno della Riserva del Litorale. Meglio iniziare risalendo da Fiumicino verso Roma, per sfruttare il tratto pavimentato (e magari spingersi oltre per prendere confidenza con lo sterrato) segue…
  6. Riserva di Nazzano Tevere Farfa a Poggio Mirteto: un’area protetta per pedalare lungo il fiume. Il parcheggio al confine della riserva vi permetterà di pedalare in sicurezza fin da subito. segue…
  7. Anello del Lago Albano: percorso lungo lago in una scenografia spettacolare ad un passo da Roma.  segue…
  8. Narni andata e ritorno: 4 km lungo i percorso ciclabile delle Gole del Nera (foto360),  tra Narni Scalo e le mole di Narni (foto360). Nel mezzo anche due brevi emozionanti gallerie (foto360). Da percorrere avanti e indietro in uno scenario (foto360) che lascerà a bocca aperta. Si segnala il comodo parcheggio  e la vicina  stazione FS di Narni Scalo (collegata a Roma)
  9. Lago Trasimeno da Castiglion del Lago a Passignano: percorso immerso nella ciclovia del Trasimeno. Da Castiglion del Lago (nei pressi la stazione FS collegata a Roma) inizia lo sterrato che costeggia il lago in senso orario. segue…

 

 

(Nazzano for Kids ad ottobre 2020)

Raccomandazioni

> Tutte le info su questo sito ed altrove non sono verità assolute. Non vi avventurate! Le Terre della Regina meritano attenzione, rispetto, consapevolezza. Consigli, note, raccomandazioni, scarico di responsabilità nella pagina dedicata. Leggetele attentamente. Impiegate cinque minuti ora, per risparmiare sventure e contrattempi dopo. segue...

Partire o non partire?

> una pagina dedicata a tutti coloro che vorrebbero partire alla scoperta delle Terre Estreme della Regina, dalle sorgenti a Roma lungo le 8 tappe, ma non sanno… da dove partire.segue...

Qua la zampa

>Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere.

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese feline. Non lasciateci soli! !


(bambini, bici e fiume nella Festa della Scafa, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

Percorsi famiglia
Tag: