Che Gatto sei? Prima di partire, compila il questionario e scopri il percorso più vicino a te.

All’interno dell’Operazione Strabone mappare le Terre della Regina, una nuova pagina per aiutare le persone a dimensionare autonomamente le loro esperienze in bici lungo il Tevere. Che Gatto sei? Prima di partire, compila il questionario e scopri il percorso più vicino a te.

Il GattoTest

L’Italia è il paese dei proclami: si annunciano ciclabili faraoniche che esistono solo sui depliant patinati. Informazioni deficitarie e mala fede mandando allo sbaraglio gli affamati di percorsi in bici. Se si ha fortuna, si riesce a pedalare una decina di km prima di finire in mezzo al nulla.

Pedalare deve essere un piacere, non una punizione. Ecco perchè, come cittadini rapiti dalla “Perduta Via dei 2 Mondi“,  ci interroghiamo quotidianamente sul giusto equilibrio da adottare nelle nostre strategie promozionali. Da una parte vorremmo condividere con tutti le bellezze che si incontrano lungo le 8+1 tappe. Dall’altro mettiamo le mani avanti e scoraggiamo i lettori  (vedere, ad esempio, “Quale bici, gamba, testa“).

Germania, Austria, Spagna, Francia sono milioni anni luce avanti all’Italia sul fronte del cicloturismo. Chi decide di preparare le borse per una vacanza a pedali, nello stivale dovrà affrontare sfide che i nostri vicini europei neanche si sognano. Basta andare sulla Ciclovia della Drava per capire come cambi l’aria appena si superano i confini nazionali.

Così, nell’intento di realizzare un percorso unitario da Rimini a Roma, unendo i puntini tra un tratto ciclabile e l’altro, ci siamo dovuti far bastare quello che abbiamo trovato.  Impresa ardua, perchè il percorso dall’Adriatico al Tirreno si allunga per oltre 500km, con i tratti ciclabili ufficiali ridotti ai minimi termini. Il resto è un mix di strade secondarie, sterrati e  campi.

(il Marecchia lungo la Tappa 0, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

Ecco perchè, ci preoccupiamo di condividere più informazioni possibili, perchè ognuno scelga liberamente e consapevolmente se e quando partire. Tanto più che le proposte a difficoltà crescente che abbiamo confezionato, dovrebbero aiutare ad avvicinarsi con gradualità alle 8+1 tappe. C’è chi si fermerà alle uscite di una giornata. Chi prenderà dimestichezza con i weekend. Qualcuno arriverà a mettere insieme una vacanza intera dall’Adriatico al Tirreno.

Il test è un modo per farvi soffermare sulle informazioni che troverete su questo sito. Ognuna delle 8+1 tappe raccoglie infatti:

  • la descrizione (testuale e fotografica)
  • le note e le raccomandazioni
  • la traccia GPS

Chi pensa di poter partire recuperando frettolosamente una traccia gps su Google, per quanto detto sopra, rischia di trovarsi nei casini. I punti ristoro possono essere molto lontani, come anche una officina per riparare un guasto alla bici. Per non parlare del rischio di incontrare cani maremmani, fango, interruzioni, ….. Le criticità le abbiamo raccolte tappa dopo tappa e cerchiamo di tenere aggiornato il quadro generale, anche grazie alle segnalazioni che ci arrivano di tanto in tanto.

Ecco perchè, a costo di essere impopolari,  insistiamo perchè ognuno dedichi il giusto tempo alla lettura delle pagine dedicate alle singole tappe.

In questa direzione, abbiamo pensato di confezionare un test che permetta ad ognuno di posizionarsi rispetto alla Perduta Via dei 2 Mondi. Basterà mettere una X alle varie voci, e leggere il risultato finale.

Compilazione

Per compilare il test, aprite a tutto schermo la locandina che trovate in cima a questa pagina.  Per ogni riga avete tre possibilità: smile arrabbiato, dubbioso e felice.

  • leggo la descrizione riportata nella pagina di ogni tappa: Se per ognuna delle 8+1 tappe, leggete la descrizione, allora mettete la X sulla terza colonna (smile felice). Altrimenti scegliete smile arrabbiato o dubbioso, a seconda di quanto siete interessati alla descrizione.
  • leggo note e raccomandazioni riportate nella pagina di ogni tappa: idem come sopra
  • studio le tracce gps a tavolino:  le tracce le trovate riportate per ognuna delle 8+1 tappe.
  • verifico con Streetview: per ognuna delle 8+1 tappe. la piattaforma ridewithgps permette di attivare Streetview lungo la traccia della tappa, utile per verificare il tipo di fondo, etc etc
  • parto in gruppo con persone fidate: avventurarsi da soli lungo il percorso potrebbe essere un approccio da Gatti Selvaggi, ma noi mettiamo le mani avanti e sconsigliamo questa soluzione. Fate voi.
  • mi avvicino gradualmente sfruttando le proposte che abbiamo confezionato segue…

Alla fine, contate le X per ogni colonna. Se avete una prevalenza di X nella prima colonna, il vostro approccio è più vicino al “Gatto PrimiPassi”.

Risultati

Gatto PrimiPassi

Non avendo tempo di leggere descrizioni, raccomandazioni, note, …..,  nel test avete sempre barrato la faccina arrabbiata?  Probabilmente siete un “Gatto Primi Passi“. Forse è il caso di rimanere nei paraggi.  Per fortuna diverse proposte permettono di cimentarsi in itinerari facili. Hai visto mai che con il tempo e l’esperienza, saliate di livello.

Gatto Vagabondo

Avete sbarrato sempre la faccina perplessa? Vi posizionate nelle Terre di Mezzo. Nè completamente sprovveduti, nè padroni della materia. Potreste cominciare a immaginare uscite fuori città (un giorno o un weekend), dove le presenze si fanno più rarefatte, e con esse la possibilità di ricevere aiuto in caso di emergenza.

Gatto Selvaggio

Le vostre “X” si concentrano nella colonna di destra? Leggete con pazienza, curiosità  e concentrazione le informazioni raccolte in ogni tappa. L’esperienza accumulata in anni di cicloturismo fuori e dentro l’Italia vi permette di orientarvi con sufficiente confidenza. Siete mica pronti per le 8+1 tappe?

(il Tevere alle Gole del Forello, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

Raccomandazioni

> Tutte le info su questo sito ed altrove non sono verità assolute. Non vi avventurate! Le Terre della Regina, immaginate dal basso a ZERO budget, meritano attenzione, rispetto, consapevolezza. Consigli, note, raccomandazioni, scarico di responsabilità nella pagina dedicata. Leggetele attentamente. Impiegate cinque minuti ora, per risparmiare sventure e contrattempi dopo. segue...

Extra

Quale bici, testa, gamba

> Quale bici, testa, gamba nelle pedalate lungo il Tevere? Il percorso è stato individuato con una iniziativa dal basso, unendo i pochissimi tratti ufficialmente curati dalle amministrazioni. Come attivisti e cicloturisti, si è fatto tesoro di quello che già c’è, dando priorità a strade bianche o asfaltate a basso scorrimento. Ma in oltre 500km gli scenari possono variare sensibilmente. segue...



Orientamento

> Per una visione di insieme delle 8+1 tappe della "Perduta Via dei 2 Mondi" lungo i fiumi Marecchia e Tevere, consultare la pagina dedicata all'orientamento segue...

Partire o non partire

> una pagina dedicata a tutti coloro che vorrebbero partire alla scoperta della futura Regina Ciclovia Tiberina (o le molteplici divagazioni), ma non sanno… da dove partire. Un passo alla volta, farete tutte le 8+1 tappe? segue...

Percorsi famiglia

> una panoramica dei percorsi da proporre (con molta cautela) alle nuove generazioni. segue...

PassaPorto Tevere Verde

> Parti all’avventura pedalando le 8+1 tappe della "Perduta Via dei 2 Mondi" lungo Marecchia e Tevere, nel primo Coast to Coast italiano disegnato dai fiumi. Un solo giorno, un weekend o una vacanza intera... decidi tu. Su PassaPortoTevere edizione Verde troverai le informazioni per orientarti. segue...



Divagazioni Tiberine

> Dal giro del Trasimeno alla Randonnee delle Regine, dal Grande Anello della Spiga o quello dell'Acqua, tutte le divagazioni per avvicinarsi al Tevere o, al contrario, sconfinare nei territori circostanti. segue...

MappaTevere360

> MappaTevere360: foto sferiche e divagazioni per scompigliare stereotipi e luoghi comuni sul fiume e i suoi territori. Siete pronti ad immergervi a tutto tondo? segue...

Qua la zampa

>Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere (ma prima leggete le raccomandazioni a terra e in acqua).

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi alla newsletter mensile , ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese gattesche. Non lasciateci soli! !

(pedalando lungo l’ultima tappa, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

 

GattoTest prima di partire
Tag: