8+1 tappe seguendo il Marecchia e il Tevere lungo la “Perduta via dei 2 Mondi”, nel primo Coast-To-Coast disegnato da due fiumi.

Per riavvicinarsi al fiume e ai suoi territori consigliamo di iniziare con una visione di insieme, per poi entrare nel dettaglio delle singole tappe.

Visione di insieme:

  • la PassaMappa con il percorso, le attività aderenti e i trasporti pubblici strategici segue…
  • su MappaTevere360 trovate  i contributi multimediali sferici, le infoschede di approfondimento e le Divagazioni Tiberine. segue…

> la PassaMappa Tiberina: attività (bar, alloggi, comitati, club, ...), punti di interesse, PassaportoPoint, criticità, ... seguendo Marecchia e Tevere nelle 8+1 tappe della "Perduta Via dei 2 Mondi" segue...



(per tracce GPS, descrizioni, raccomandazioni, riferirsi alle singole tappe segue...)

 

Singole tappe:  per facilitare la consultazione, la traccia integrale estiva è stata divisa in 8+1 tappe (1 salendo il Marecchia, 8 scendendo il Tevere). Ogni tappa è spiegata in una pagina dedicata, dove troverete traccia gpx, descrizione, foto sferiche, suggestioni, raccomandazioni, …..  vedete il capitolo più avanti “percorso estivo”

tappa0
Tappa 0

da Rimini a Balze
risalendo il fiume Marecchia

tappa1
Tappa 1

dalle Sorgenti Fumaiole
a Città di Castello

tappa2
Tappa 2

Da Città di Castello
a Perugia P.S.G.

tappa3
Tappa 3

Da Perugia P.S.G.
a Todi

tappa4
Tappa 4

da Todi
ad Alviano

tappa5
Tappa 5

da Alviano
a Orte

tappa6
Tappa 6

da Orte
a Poggio Mirteto

tappa7
Tappa 7

riserva di Nazzano
Tevere Farfa

tappa8
Tappa 8

da Roma
al Mare

previous arrow
next arrow

(le 8+1 tappe da Rimini a Roma Fiumicino lungo la Perduta Via dei 2 Mondi)

Percorso estivo (gpx, descrizione, foto,...)

Le 8+1 tappe della "Perduta Via dei 2 Mondi" seguendo il Marecchia e il Tevere:.

  • distanza totale: 525 km
  • dislivello in salita: +4.624 mt

Ereditando la documentazione del pioniere  Igino  dei Volontari della Discesa Internazionale del Tevere,  a corollario delle esplorazione dell’estate 2020 e facendo tesoro di tutte le esperienze raccolte in rete, dopo anni di elaborazioni prende finalmente vita la  futura ciclovia Fluviale Tiberina, a cui si aggiunge la tappa 0 da Rimini a Balze seguendo il fiume Marecchia.

ATTENZIONE: le seguenti tappe sono estratte dalla traccia totale estiva, quando i tratti a rischio fango si sono seccati, da giugno a ottobre. Nei mesi restanti valutate la variante invernale in un capitolo più avanti (elaborata  aggirando su strada asfaltata i tratti a rischio fango).

> 8+1 tappe seguendo il Marecchia e il Tevere lungo la "Perduta Via dei 2 Mondi":
tappa: 0 -- 1 -- 2 -- 3 -- 4 -- 5 -- 6 -- 7 -- 8
NON improvvisate. Leggere attentamente descrizione e raccomandazioni per ogni tappa! Portate con voi il PassaportoTevere . Segnalateci varianti, lavori in corso, .... Aiuterete chi passerà dopo di voi.

  • tappa0: da Rimini alle sorgenti risalendo il fiume Marecchia segue...
  • tappa1: dalle sorgenti Fumaiole a Città di Castello segue...
  • tappa2: da Città di Castello a Perugia Ponte San Giovanni segue...
  • tappa3: da Perugia Ponte San Giovanni  a Todi segue...
  • tappa4: da Todi ad Alviano segue...
  • tappa5: da Alviano a Orte segue...
  • tappa6: da Orte a Poggio Mirteto segue...
  • tappa7: da Poggio Mirteto a Roma segue...
  • tappa 8 - da Roma al Mare: l'ottava e ultima tappa della futura Ciclovia Tiberina  segue...
    • le Terre del Nord (da G.R.A. Labaro a Ponte Milvio, km.11) sottotappa...
    • la Città Eterna (da Ponte Milvio a Trastevere, km.10) sottotappa...
    • i Campi Elisi (da Trastevere a G.R.A. Mezzocammino, km.12) sottotappa...
    • la Via al Mare (da Mezzocammino a Fiumicino, km.22) sottotappa...

E' possibile abbinare i mezzi pubblici (treni, bus, ...) alle pedalate. Per i dettagli riferirsi alle singole tappe.

Se vi siete persi o avete dubbi sul bivio da prendere e non siete pratici di GPS, leggete più avanti il capitolo dedicato alla APP per cellulare.
"Essendo signora e regina mia; sovrumana poi è la sua bellezza, giacché sono veri e reali in lei tutti gl'impossibili e chimerici attributi della perfezione che i poeti attribuiscono alle loro amanti;  e sono oro i capelli, è un eliso la fronte, archibaleni le ciglia, due soli gli occhi, rose le guancie, coralli i labbri, perle i denti, alabastro il collo, avorio le mani, neve la bianchezza.." ("Don Chisciotte della Mancia", Miguel de Cervantes)

Percorso invernale

> La variante invernale per minimizzare i tratti a rischio fango. segue...

  • distanza totale: 408 km
  • dislivello in salita: 3.045 mt (dislivello in discesa: 4.321 mt)
Raccomandazioni e responsabilità

> Tutte le info su questo sito ed altrove non sono verità assolute. Non vi avventurate! Le Terre della Regina, immaginate dal basso a ZERO budget, meritano attenzione, rispetto, consapevolezza. Consigli, note, raccomandazioni, scarico di responsabilità nella pagina dedicata. Leggetele attentamente. Impiegate cinque minuti ora, per risparmiare sventure e contrattempi dopo. segue...

Quale bici, testa, gamba

> Quale bici, testa, gamba nelle pedalate lungo il Tevere? Il percorso è stato individuato con una iniziativa dal basso, unendo i pochissimi tratti ufficialmente curati dalle amministrazioni. Come attivisti e cicloturisti, si è fatto tesoro di quello che già c’è, dando priorità a strade bianche o asfaltate a basso scorrimento. Ma in oltre 500km gli scenari possono variare sensibilmente. segue...



Partire o non partire?

> una pagina dedicata a tutti coloro che vorrebbero partire alla scoperta della futura Regina Ciclovia Tiberina (o le molteplici divagazioni), ma non sanno… da dove partire. Un passo alla volta, farete tutte le 8+1 tappe? segue...

GattoTest prima di partire

> Che Gatto sei? PrimiPassi, Vagabondo o Selvaggio, prima di partire compila il questionario e scopri il percorso più vicino a te.  segue...



Percorsi famiglia

> una panoramica dei percorsi da proporre (con molta cautela) alle nuove generazioni. segue...

Perduta Via dei 2 Mondi

> Dal faro di Rimini a quello di Fiumicino, pedalando lungo la Perduta Via dei Due Mondi segue...

App per seguire percorsi GPS

> La futura Regina Ciclovia Tiberina è attualmente una terra di frontiera per almeno l’80% del percorso. I tratti ufficiali segnalati sono una minima parte. Per pedalare lungo i restanti, è difficile pensare che si possa partire senza portare con sè un dispositivo in grado di seguire le tracce GPS. Per iniziare può andar bene anche un cellulare, consapevoli delle limitazioni che questa scelta comporta. segue...

Passaporto Tevere

> Passaporto Tevere: il compagno ideale per scendere il fiume dalle sorgenti al mare, a terra e in acqua. Una credenziale sulla falsariga di quella di Santiago.
L'edizione Verde, per i ciclisti, può essere stampata in autonomia e fatta timbrare nelle uscite lungo il Tevere (che sia una giornata a Roma, un weekend fuori porta  o una settimana intera dalle sorgenti al mare). L'edizione Blu, impermeabile, è destinata alle discese in acqua.
Sperimentiamo insieme un Tevere vicino alle persone. Tutto orgogliosamente, ostinatamente, appassionatamente, gratuitamente dal basso. segue...



Videoracconti

Oltre ai video raccolti nella pagina dedicata, una breve selezione per spaziare dalle sorgenti al mare.

> Il set dei cortometraggi per raccontare la magia del fiume. Bici, gommone, canoa, packraft, unicorno, .... Quanti modi di vivere il Tevere e i suoi territori? La collezione completa è disponibile sul canale gattesco dedicato segue...

Divagazioni Tiberine

> Dal giro del Trasimeno alla Randonnee delle Regine, dal Grande Anello della Spiga o quello dell'Acqua, tutte le divagazioni per avvicinarsi al Tevere o, al contrario, sconfinare nei territori circostanti. segue...


"I limiti della geografia
non sono mai stati
quelli dello spirito"
(A.Camus)

Storia della ciclovia

> La storia della futura Regina Ciclovia Tiberina, dalle sorgenti al mare a ritroso nel tempo, seguendo le esplorazioni anno dopo anno segue...

Extra

Percorso Gattico in 8 tappe e 444 parole
> Dalle sorgenti al mare in 8 tappe e 444 parole. Una raccolta di testi che scende il fiume dei propri pensieri, alla ricerca di un senso… o soltanto di un po’ di compagnia. In questa pagina diamo spazio a riflessioni da sfogliare prima di partire, portare con sè nelle giornate in riva al fiume, o rileggere al termine della via. segue...



La futura Ciclovia

Gli altri paesi hanno ampiamente dimostrato che i fiumi e la bicicletta sono un felice connubio. Un esempio fra tanti, la ciclovia della Drava. La presenza dello specchio d’acqua, il comodo dislivello, i servizi annessi attirano turisti, attenzioni e risorse.  segue...

Ciclovie e corsi d'acqua

> La presenza nel territorio italiano di una vasta rete di corsi d’acqua (naturali e artificiali) è una grande opportunità per lo sviluppo della rete cicloturistica. L'utilizzo di questa opportunità è però ostacolato dalla grande difformità insita nel territorio italiano, a cui si aggiunge una altrettanto grande difformità normativa. segue...

Piano Generale della Mobilità Ciclistica

> Il Piano Generale della Mobilità Ciclistica (PGMC) definisce una strategia nazionale per realizzare, anche nel nostro Paese, un modello di mobilità integrata, multimodale e sostenibile, di cui la ciclabilità sia pilastro, insieme al trasporto pubblico, alla sharing mobility e alla pedonalità segue...



Parco Nazionale del Tevere

> L’italia è prima in Europa per corsi d’acqua. Tra loro un solo fiume-mare, con Capitaneria di Porto a Fiumicino, il nostro Tiberinus, il Tevere. A quando l’istituzione del Parco Nazionale Tiberino? segue...

(lago di Corbara nel parco fluviale del Tevere, quarta tappa della futura ciclovia, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

MappaTevere360

> MappaTevere360: foto sferiche e divagazioni per scompigliare stereotipi e luoghi comuni sul fiume e i suoi territori. Siete pronti ad immergervi a tutto tondo? segue...

Giorgia e Riccardo lungo il Tevere segue...

Qua la zampa

>Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere (ma prima leggete le raccomandazioni a terra e in acqua).

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi alla newsletter mensile , ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese gattesche. Non lasciateci soli! !

 

(il fiasco tiberino lungo la VI tappa Orte-Poggio Mirteto, dalla collezione MappaTevere360)

 

E vanno gli uomini ad ammirare le vette dei monti,
ed i grandi flutti del mare,
ed il lungo corso dei fiumi,
e l’immensità dell’Oceano,
ed il volgere degli astri e si dimenticano di se medesimi.
Sant’Agostino

(Il tour sferico con una selezione di scatti nelle Terre Estreme, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

Loading...

> La collezione dei tour360 per immergersi nei luoghi.... dal sofà di casa vostra segue...

“[…] I percorsi da disegnare per la mobilità umana sono costituiti da elevate componenti immateriali, ancora spesso ritenute marginali: paesaggi e comunità locali sono fattori ancora considerati disaggregati, senza riguardo per usi, costumi, stili di vita, ambizioni e identità.
Pluralità che possono trovare uno straordinario collante nelle forme di mobilità, se pianificate e realizzate in modalità coerenti e compatibili.
Sottraendosi alla polverizzazione dettata da confini amministrativi o da eccessive dosi di campanilismo, le nuove direttrici di spostamento possono costituire lo strumento per connettere luoghi e situazioni, beni culturali e ambientali, monumenti e attrattori ‘minori’ […]” (Federico Massimo Ceschin)

 

 

> Dalla ricca collezione di fotografie scattate nel corso del tempo, prende forma la narrazione della ciclabile che respira: anno dopo anno, al passare delle stagioni e delle piene, come cambia la Regina e con lei la nostra percezione? (muovere la tendina orizzontalmente per confrontare i due scatti)
ReginaAnimata: Tutti i capitoli della ciclabile che respira. segue...

 

 

“In quella direzione,” disse il gatto, agitando la sua zampa destra, “vive un Cappellaio: e in quella direzione,” agitando l’altra zampa, “vive una Lepre Marzolina. Visita quello che preferisci: tanto sono entrambi matti.”
“Ma io non voglio andare in mezzo ai matti,” si lamentò Alice.
“Oh, non hai altra scelta,” disse il Gatto: “qui siamo tutti matti. Io sono matto. Tu sei matta.”
“Come lo sai che sono matta?” disse Alice.
“Devi esserlo,” disse il Gatto, “altrimenti non saresti venuta qua.”
Alice non pensava che questo bastasse a dimostrarlo; ad ogni modo, andò avanti “E come sai di essere matto?”
“Per iniziare,” disse il Gatto, “un cane non è matto. Concordi?”
“Immagino sia così,” disse Alice.
“Bene, allora,” il Gatto andò avanti, “vedi, un cane ringhia quando è arrabbiato, e scodinzola quando è felice. Io ringhio quando sono felice, e agito la coda quando sono arrabbiato. Quindi sono matto.”
“Io lo chiamo fare le fusa, non ringhiare,” disse Alice.
“Chiamalo come preferisci,” disse il Gatto […]

Alice nel paese delle meraviglie, L.Carroll