I Campi Elisi sono il tratto meridionale dell’ottava e ultima tappa della futura Ciclovia Tiberina. Prendono il testimone dalla Città Eterna all’altezza di Ponte Sublicio e finiscono al ponte monumentale del G.R.A. di Mezzocammino, dove lo passano alla Via al Mare, direzione Fiumicino.

Speculari alle Terre del Nord,  rappresentano la terra di mezzo tra la realtà antropizzata e le campagne romane, laddove il cemento lascia spazio agli scenari naturali delle vaste pianure golenali e della vegetazione ripariale.

Da Trastevere a Mezzocammino
oltre le discariche ed il degrado
testardi fin laggiu’ dove gli alberi giganti
al tramonto bisbigliano solenni
le parole degli avi

Si supera il Gazometro quindi il quartiere della Magliana, poi una sosta rigenerante alla fontanella del Ponte Romano del II sec.A.C..
Da lì in poi lo sguardo si allarga sullo storico ippodromo di TorDiValle con alle spalle la sterminata piana; i ponti ACEA che attraversano il fiume, l’imponente filare di eucalipti  ed infine il confine del raccordo anulare.

(scatti anche su Instagram #ReginaCiclarum #CampiElisiRegina)

traccia GPS

Il percorso è parte della ottava ed ultima tappa della Futura Regina Ciclovia segue...

Ingressi intermedi

E' possibile inserirsi nel percorso ciclabile dei Campi Elisi sfruttando la Metro B Magliana e i seguenti ingressi intermedi:

Passaggio ponte Gra Mezzocammino per la Via al Mare

Arrivati al al ponte GRA  di Mezzocammino, il gazebo di Mezzocammino segna il limitare dei Campi Elisi , oltre il quale inizia la Via al Mare. Non perdete il sentiero che porta sul ponte, per proseguire sulla sponda opposta verso Fiumicino.   segue... 

Trasporti pubblici

Consultare la mappa dei trasporti pubblici per pianificare le uscite bici + metro + treno + ....

Suggestioni visive

L'area sosta di Tor di Valle nei Campi Elisi, a seguito delle attivita' di rigener-azione che hanno coinvolto le panchine e l' edicola inform-attiva.

> Tutti i  capitoli della ciclabile che respira segue...

Raccomandazioni e responsabilità

La Via al Mare è una terra selvaggia, che merita attenzione, consapevolezza e rispetto. I seguenti capitoli sono pensati per aiutare a prepararsi alla Mareggiata. Ognuno sia responsabile di se stesso.

> Tutte le info su questo sito ed altrove non sono verità assolute. Non vi avventurate! Le Terre della Regina meritano attenzione, rispetto, consapevolezza. Consigli, note, raccomandazioni, scarico di responsabilità nella pagina dedicata. Leggetele attentamente. Impiegate cinque minuti ora, per risparmiare sventure e contrattempi dopo. segue...

Pericolo incidenti

In prossimità del Ponte Romano (dove c'è la fontanella), la ciclabile è interessata da due sottopassi. La pendenza marcata spinge i ciclisti ad affrontare le rampe a velocità sostenuta. Ma brecciolino, curve strette, fondo deformato hanno causato più di un incidente. Moderare la velocità e prestare molta attenzione!

Pannelli informAttivi

Pedala nei Campi Elisi alla scoperta dei pannelli di Ripa Grande a PortaPortese, Ponte Marconi, Ponte Romano, Tor Di Valle e Mezzocammino.

(mattinata di lavori a Ripagrande di PortaPortese)

> I pannelli informAttivi : spunti di riflessione, racconti, memorie nelle Terre della Regina per accompagnare la sosta dei passanti. segue...

Piazzola Ponte Romano

Il Ponte Romano (II sec. A.C.) assediato dall'immondizia e soffocato dal viadotto di cemento armato della trafficata Via del Mare, non può che suscitare contrastanti emozioni. Struggimento e premura, imbarazzo ed indignazione. Al tempo stesso emergenza e memoria.
Accanto la fontanella, dispensatrice generosa di acqua pura. Sosta obbligata per tutti coloro che frequentano queste Terre.  Un paradosso di vita circondato da umilianti segnali di degrado, inquinamento ed abbandono.


(le attività di bonifica della sosta alla fontanella)

In breve:

Pannello informAttivo

Vedi il capitolo dedicato

Coordinate GPS

Le coordinate GPS della piazzola del ponte romano: 41°49'35.2"N 12°26'46.1"E

I ponti dimenticati

Indubbiamente i romani furono i costruttori dei più grandi ponti dell'antichità,anche se,come affermano gli storici impararono le prime tecniche costruttive dai loro vicini etruschi.Tali ponti,disseminati in tutti i territori dell'ex impero romano,sono ancor oggi visibili e utilizzati,o perlomeno ancora in buone condizioni strutturali.
I secoli passano,le generazioni si susseguono,e spesso i ponti sono ancora lì a testimonianza di un antico passato.Ma a volte capita che ci si scordi della loro esistenza, un poco per colpa della crescita urbanistica che li nasconde alla vista dei tanti,un poco per l'incuria e i ponti cadono nell'oblio.
Nelle foto vi propongo 5 antichi ponti romani sconosciuti ai più:
1-Ponte Lucano,vicino Villa Adriana.
2-Ponte sul fiume Cremera(fosso della Valchetta),Labaro
3-Ponte Loreto della via Asturia(Lanuvio)
4-Ponte sotto la via Ostiense.
5-Ponte sopra il fosso del Giardinetto(Torrenova)
Piazzola Tor Di Valle

La piazzola nella piana di TordiValle (coordinate gps) è stata coinvolta in diverse attività di rigenerazione:

Pannello informAttivo

Vedere il capitolo dedicato

Percorsi famiglia

> una panoramica dei percorsi da proporre (con molta cautela) alle nuove generazioni. segue...

Panoramica e aggiornamenti

> Per una visione di insieme delle 8 tappe della Futura Ciclovia Tiberina consultare la pagina dedicata all'orientamento segue...

Anello del Sud

> Un percorso ad anello nella Riserva del Litorale Romano, per avvicinarsi al Tevere da entrambe le sponde. segue...

Contapassaggi gattesco

> Le registrazioni dei passaggi di bici, runner, camminanti, .... ad opera delle centraline della Costellazione Regina

(la postazione attiva nei Campi Elisi)


NB: la postazione al Ponte Romano installata a febbraio 2020  è stata rubata a maggio 2020  segue...

(il video del boom di presenze a maggio 2020)

Ponti Acea - connessione con Magliana vecchia

L'espansione delle connessioni ciclopedonali tra le due sponde del Tevere, ipotizzanto il passaggio sui ponti Acea per raccordare i quartieri presenti in riva destra, con la ciclabile in sponda opposta. segue...

Contenuti Extra

Riva de' Cocci

Il progetto si pone l’obiettivo di portare alla luce la parte finale della via di Lungotevere Testaccio, un posto che per anni è stato utilizzato come discarica a cielo aperto, diventando un luogo dimenticato.   segue...

Porto di Ripa Grande

Il rapporto tra Roma e il Tevere, antico e vitale, era ancora imperniato nell’Ottocento attorno alle diverse funzioni dei porti di Ripa Grande e di Ripetta, importanti centri del commercio urbano.

In prossimità dei porti di Ripetta e di Ripagrande era un pullulare rumoroso e concitato di barcaioli, un andirivieni di carpentieri, un affollarsi di burchiaroli e si poteva ascoltare uno strano dialetto romanesco marinaro. [ segue su  Trastevereapp ]

Ripa Grande nell'incisione del Piranesi

La riva Ostiense

Conclusa la vocazione industriale, rimangono in piedi tutti i paradossi di un luogo da reinventare. segue...

Strozzatura Marconi Magliana

Drizzagno di Spinaceto

L'articolo di Marco Pantaloni (leggi il pdf estratto dalla pubblicazione Ispra)

TerreVive

> Iniziative (in calendario, e non), notizie dai social, rassegna stampa, approfondimenti, ....

Qua la zampa

>Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere.

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese feline. Non lasciateci soli! !

 

(costeggiando l’ippodromo, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

“Basta un colle, una vetta, una costa.
Che fosse un luogo solitario e che i tuoi occhi risalendo si fermassero in cielo.
L’incredibile spicco delle cose nell’aria oggi ancora tocca il cuore.
Io per me credo che un albero, un sasso profilati sul cielo, fossero dei, fin dall’inizio.”
(Cesare Pavese)