La mappa delle attività che si sono rese disponibili a timbrare il Passaporto Tevere.

Hai una attività lungo il percorso?

Sempre più persone, per pianificare la loro discesa del fiume, ci scrivono per avere informazioni su bar, ristoranti, b&b, affitta bici e canoe, ciclofficine, associazioni locali, agenzie di viaggio, guide turistiche, comitati di quartiere, club sportivi,  ….. . Servizi di base ma anche esperienze articolate: la degustazione di prodotti locali, un tour in bici alla scoperta di angoli nascosti. Mostre tematiche e rassegne sonore. Il turismo di qualità, che si sofferma nei luoghi ed impara ad amarli, passa anche da qui.

MappaTevere360 ha raggiunto le 138.000 visite. Le oltre 1000 foto sferiche caricate, hanno superato le 760.000 visualizzazioni. La PassaMappa delle attività aderenti,  da fine aprile ha già superato le 5000 visite. Numeri che raccontano le potenzialità – anche economiche – di un turismo ampiamente consolidato in tutta Europa. Come ciclisti, camminanti, naviganti contribuiamo alle economie locali, perché mangiamo, dormiamo, viviamo i luoghi passo dopo passo, tutto l’anno.

(lungo il fiume con il Passaporto Tevere)

Non ti chiediamo soldi, affiliazioni, sconti o servizi speciali. Basta il  timbro che già hai. Potrebbero infatti passare turisti che, scendendo il Tevere, chiedono venga timbrato il loro passaporto tiberino (come avviene già a Santiago, sulla Francigena, …). Per te un minimo fastidio, per loro un ricordo della loro avventura. In cambio diamo visibilità alla tua attività. 

Ostinatamente dal basso

In Italia molti fiumi sono stati dimenticati e la bici spesso viene considerata un ripiego per squattrinati. Ecco perchè, anzichè perdere tempo nei vicoli ciechi della politica, come amanti del Tevere abbiamo deciso di rimboccarci le maniche e fare, dal basso, il primo passo. Il nostro obiettivo è arrivare, un giorno, a vedere il fiume tornare alle comunità. Un percorso ciclabile unitario, pontili di affaccio e discesa in acqua, …. Quanti sono i modi di tornare al Tevere? Per questo abbiamo iniziato a sperimentare. Che sia di esempio e stimolo per chi è stato delegato a governare i territori.

Un giorno i servizi di trasporto muoveranno i turisti lungo il corso del fiume. Gli alloggi lavoreranno tutto l’anno. Bar e locande ristoreranno i passanti. Musei, teatri, agrifattorie, … arricchiranno la discesa con rassegne musicali, mostre, degustazioni, … . Niente che non avvenga già lungo le vie d’acqua che attraversano il resto d’Europa, dove le amministrazioni, al contrario che in Italia (tranne alcune esperienze in settentrione), hanno da tempo investito massicciamente per valorizzare la meraviglia dei fiumi con percorsi lenti e servizi alla persona.

(pedalando lungo la ciclabile del fiume Drava, Austria.)

Quale impegno viene chiesto alle attività?

Il Passaporto Tevere è una sperimentazione nata da cittadini innamorati del fiume.  Il test, iniziato il primo maggio  ma frutto di anni di attivismo,  è portato avanti nei ritagli di tempo, a zero budget e a titolo gratuito. Le 8 tappe dalle sorgenti al mare solo in minima parte si sviluppano su ciclabili ufficialmente realizzate dalle Regioni. Il resto del percorso presuppone una buona propensione all’avventura e un innato spirito all’adattamento. Con queste premesse, è difficile pensare che ci sarà una invasione di turisti in questa prima fase.

Al contrario, per invogliare le persone a vivere un territorio, oltre alle bellezze naturali, sono necessarie infrastrutture sicure e confortevoli, servizi capillari e di qualità. Obiettivi che non si raggiungono dall’oggi al domani. E non certo con le magre energie della cittadinanza. E’ fondamentale quindi che intervengano le amministrazioni, con una visione lungimirante sul turismo lento, progetti strutturati e  finanziamenti cospicui.

Ecco perchè abbiamo volato basso, chiedendo alle attività che intendono aderire, solo il timbro che già hanno nel cassetto. Alla fine, anche se ben poche persone si presenteranno con il passaporto tiberino, avremo già raggiunto il primo obiettivo: mostrare alle amministrazioni che il percorso lungo il Tevere ha le sue potenzialità, a partire dalla rete territoriale che saremo riusciti a creare – a zero budget –  con la partecipazione di tutti. Bar, ristoranti, alloggi, tour operator, associazioni sportive, ….. Il volano turistico viene alimentato anche dall’accoglienza riservata allo “straniero”, che si presenti in bici, a piedi, in canoa, ….

In tale prospettiva, l’adesione di ognuno è preziosissima. Fosse anche un agriturismo distante km dal fiume.

Più ricca sarà la mappa delle attività aderenti, più persone torneranno al fiume, più indotto ci sarà per i territori coinvolti, più le amministrazioni saranno spronate a investire su esperienze di riavvicinamento al fiume.

Sperimentiamo insieme un Tevere vicino alle persone. Tutto orgogliosamente, ostinatamente, appassionatamente, gratuitamente dal basso.

Mappa attività aderenti

In attesa di infrastrutture più performanti, dal basso abbiamo attivato la PassaMappa. In poche settimane ha superato le migliaia di visite.

> la PassaMappa Tiberina: la mappa delle attività (bar, alloggi, comitati, club, ...) che hanno aderito. La aggiorneremo mano mano. Ci hai già scritto ma ancora non compari? Ooops..... Segnalacelo per email e provvediamo.

Vorresti aderire anche tu? segue...



 

 

Come aderire

Per aderire come attività:

  • Scrivici all’email ufficiale,   specificando:
    • hai un timbro per timbrare il passaporto tiberino? va bene anche quello che usi per la tua attività commerciale. Ma puoi crearne uno dedicato. Meglio se tondo/quadrato, di diametro inferiore ai 4 cm
    • nome della tua attività (es: “Bar Insieme”; “Canoa club LeRapide”; “Comitato di quartiere Sole”, “Ristorante Fiume Chiaro”)
    • indirizzo della attività
      • attività con sede fisica: (es: “Piazza Venezia, 1, 00186 Roma” NB: l’indirizzo deve essere riconosciuto tramite GoogleMap. In caso contrario contattaci e ti spieghiamo come mandare il link tramite GoogleMap)
      • attività itinerante: nel caso di una attività itinerante (es: guida turistica), indicare un luogo dove è possibile incontrarsi previo appuntamento (es: piazza XYZ)
    • orari di apertura (es: dalle 11 alle 13 dal lun al ven; se non hai orari di apertura, puoi rispondere: “per passare a timbrare il passaporto tiberino, prego contattarmi preventivamente”)
    • eventuale link internet della attività (sito personale, pagina facebook, network B&B, ….)
    • email di contatto e/o cellulare
    • servizi offerti (alloggio, ristorazione, tour guidati, …..)
  • Aiutaci ad allargare la rete di accoglienza  diffondendo la lettera di presentazione tra i tuoi contatti. Hai amici che gestiscono un Bar? Conoscenti che hanno aperto un B&B? …… Più attività aderiranno, più le amministrazioni guarderanno con favore questa iniziativa (e saranno disposte ad investire sul percorso), maggiore sarà il ritorno (non solo economico) per i territori interessati.
  • ci hai scritto ma non compari ancora nell’elenco? Ooopsss…. riscrivici, e provvediamo il prima possibile

Esperienze

In linea con i trend turistici mondiali, abbiamo pensato di arricchire la PassaMappa con le esperienze che si possono vivere lungo il fiume. Quindi non solo i servizi essenziali (alloggi, ristorazione, trasporti), ma anche  degustazioni, tour guidati in bicicletta, discese in canoa, ….

Come proporre la tua esperienza?

  • Scrivici all’email ufficiale,   specificando:
    • hai un timbro per timbrare il passaporto tiberino? va bene anche quello che usi per la tua attività commerciale. Ma puoi crearne uno dedicato. Meglio se tondo/quadrato, di diametro inferiore ai 4 cm
    • nome della tua attività (es: “Bar Insieme”; “Canoa club LeRapide”; “Comitato di quartiere Sole”, “Ristorante Fiume Chiaro”)
    • nome della esperienza (es: “in bici al fiasco di Ponzano”, “tour guidato al museo delle navi tiberine”)
    • indirizzo della esperienza
      • esperienza con sede fisica: (es: “Piazza Venezia, 1, 00186 Roma” NB: l’indirizzo deve essere riconosciuto tramite GoogleMap. In caso contrario contattaci e ti spieghiamo come mandare il link tramite GoogleMap)
      • esperienza itinerante: nel caso di una attività itinerante (es: guida turistica), indicare un luogo dove è possibile incontrarsi previo appuntamento (es: piazza XYZ)
    • eventuale link internet della attività (sito personale, pagina facebook, network B&B, ….)
    • email di contatto e/o cellulare
    • servizi offerti (tour guidato, …..)
  • Aiutaci ad allargare la rete delle esperienze diffondendo la lettera di presentazione tra i tuoi contatti. Hai amici che gestiscono un Bar? Conoscenti che hanno aperto un B&B? …… Più attività aderiranno, più le amministrazioni guarderanno con favore questa iniziativa (e saranno disposte ad investire sul percorso), maggiore sarà il ritorno (non solo economico) per i territori interessati.
  • ci hai scritto ma non compari ancora nell’elenco? Ooopsss…. riscrivici, e provvediamo il prima possibile

il video promozionale della fase sperimentale

> Il set dei cortometraggi per raccontare la magia del fiume. Bici, gommone, canoa, packraft, unicorno, .... Quanti modi di vivere il Tevere e i suoi territori? La collezione completa è disponibile sul canale gattesco dedicato segue...

 

Raccomandazioni

Bar, alloggi, ristoranti, associazioni, ….L’elenco è frutto di auto segnalazioni. Non abbiamo energie per verificare o selezionare le auto-candidature. Nè di gestire eventuali feedback negativi. Siamo cittadini, non un tour operator. In cambio di visibilità sui nostri siti, chiediamo la disponibilità a timbrare i passaporti.

Area download

Puoi scaricare Passaporto Tevere, lettera di presentazione, locandina nell’area dedicata.  segue…

Scrivici

Per aderire al progetto, scrivi all’email dedicata alla fase sperimentale del passaporto Tevere segue…

Progetto Passaporto Tevere

> Passaporto Tevere: il compagno ideale per scendere il fiume dalle sorgenti al mare, a terra e in acqua.
La versione di test, prodotta dal basso, può essere stampata in autonomia e fatta timbrare nelle uscite lungo il Tevere (che sia una giornata a Roma, un weekend fuori porta  o una settimana intera dalle sorgenti al mare), sulla falsariga della credenziale di Santiago.
Sperimentiamo insieme un Tevere vicino alle persone. Tutto orgogliosamente, ostinatamente, appassionatamente, gratuitamente dal basso. segue...



Raccomandazioni

> Tutte le info su questo sito ed altrove non sono verità assolute. Non vi avventurate! Le Terre della Regina, immaginate dal basso, meritano attenzione, rispetto, consapevolezza. Consigli, note, raccomandazioni, scarico di responsabilità nella pagina dedicata. Leggetele attentamente. Impiegate cinque minuti ora, per risparmiare sventure e contrattempi dopo. segue...

Qua la zampa

>Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere (ma prima leggete le raccomandazioni a terra e in acqua).

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese feline. Non lasciateci soli! !

(il passaporto alle Gole del Forello, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

Attività lungo il Tevere