All’interno dell’Operazione Strabone – geografie tiberine, una pagina dedicata alle APP che aiutano ad orientarsi nelle Terre della Regina.

La futura Regina Ciclovia Tiberina è attualmente una terra di frontiera per almeno l’80% del percorso. I tratti ufficiali segnalati  sono una minima parte. Per pedalare lungo i restanti, è difficile pensare che si possa partire senza portare con sè un dispositivo in grado di seguire le tracce GPS condivise per ognuna delle 8 tappe (idem per le Divagazioni Tiberine).

(un esempio di traccia GPS, anello del Lago di Corbara)

A questo scopo sono disponibili in commercio moltissimi prodotti specifici (tra cui i famosissimi Garmin) che però richiedono un minimo di sintonia (leggi sbattimenti) per poter essere utilizzati con padronanza. Per iniziare può quindi andar bene anche il proprio cellulare, consapevoli delle limitazioni che questa scelta comporta. L’importante è quindi non farci completo affidamento, dal momento che può lasciarci (letteralmente) per strada in ogni momento. Generalmente accade quando piove, all’imbrunire, stanchi morti e con bestie furiose che ci corrono dietro.

Più il percorso si fa impervio, deserto, complicato, più ci si espone alle fragilità della soluzione appena descritta (regola che vale in generale, anche con dispositivi più sofisticati e “robusti”). Teniamolo a mente.

Prima di avventurarsi nel nulla fiduciosi delle virtù salvifiche dei navigatori GPS,  consigliamo vivamente di prendere dimestichezza con questa tecnologia su percorsi noti. Più in generale, non fare mai il passo più lungo della gamba, come proposto nella pagina dedicata “Partire o non partire?”.

APP Komoot

Il panorama delle APP per cellulare è in continua mutazione. La forte competizione e le strategie commerciali imperanti non permettono di puntare sempre e solo su una unica APP. Quella che ieri era gratis, di colpo potrebbe non esserlo più. Il che di per sè è anche legittimo. Ma dovendo consigliare una soluzione per iniziare, come vincoli abbiamo posto fosse intuitiva e senza oneri.

Al momento abbiamo individuato Komoot.

Una volta creato un account (gratis) è possibile:

  • chiedere l’amicizia a qualcuno per accedere ai suoi percorsi. Sul profilo Komoot “ReginaCiclarum” troverete le 8 tappe dalle sorgenti al mare.
  • caricare la traccia gps che ci interessa seguire che però dovete avere già salvato sul vostro pc

Anche senza il servizio di navigazione (che su Komoot al momento è a pagamento), nella mappa che appare sul cellulare compare la traccia GPS e la posizione in cui ci troviamo, aiutandoci ad orientarci.

Se avete dubbi, potete cerare su Youtube un tutorial che spieghi come utilizzare Komoot.

Per altre opzioni, vedere il post Facebook dedicato.

Raccomandazioni

Leggere le note nel capitolo precedente dedicato alla traccia GPS.

> Tutte le info su questo sito ed altrove non sono verità assolute. Non vi avventurate! Le Terre della Regina meritano attenzione, rispetto, consapevolezza. Consigli, note, raccomandazioni, scarico di responsabilità nella pagina dedicata. Leggetele attentamente. Impiegate cinque minuti ora, per risparmiare sventure e contrattempi dopo. segue...

 

Extra

8tappe ed aggiornamenti

> Per una visione di insieme delle 8 tappe della Futura Ciclovia Tiberina consultare la pagina dedicata all'orientamento

MappaTevere360

> MappaTevere360: traccia integrale, divagazioni e foto sferiche per scompigliare stereotipi e luoghi comuni sul fiume e i suoi territori. segue...

Qua la zampa

>Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere.

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese feline. Non lasciateci soli! !

(pedalando verso Orte, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

APP per seguire traccia GPS
Tag: