Alla scoperta delle Gole del Nera in treno+bici (+packraft).

(affaccio sul Nera, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

Gole del Nera

All’interno dell’Operazione Strabone e delle Divagazioni Tiberine, dopo il Grande Anello dell’Acqua,  una pagina dedicata alle Gole del Nera, visitabili in treno più bici da Roma.

Quattro km lungo il percorso ciclabile delle Gole del Nera tra Narni Scalo e le mole di Narni. Nel mezzo anche due brevi emozionanti gallerie. Da percorrere avanti e indietro in uno scenario che lascerà a bocca aperta.

Fotoracconto

Percorso, GPS, treno

Il percorso si snoda lungo la ciclabile delle  Gole del Nera. La distanza limitata (4 km)  e la pendenza quasi nulla lo rendono adatto a tutti.

  • bar, pizzerie, alimentari  appena fuori dalla stazione di Narni FS
  • traccia GPS: vedere la Via dell’Acqua di Alessandro Marrone (capitolo più avanti). Nello specifico, il tratto interessato va dalla stazione FS di Narni Scalo a quella di Nera Montoro.
  • gallerie: la ciclabile, realizzata lungo il vecchio percorso ferroviario, attraversa due suggestive gallerie illuminate (per sicurezza portarsi una luce)
  • treno da Roma: il treno ferma alla  stazione FS di Narni Scalo , a meno di 1 km dalle Gole del Nera. Per tornare a Roma si consiglia di riprendere il treno nella stessa stazione (quindi pedalando le gole avanti e indietro), poichè nella stazione FS di Nera Montoro si fermano pochissimi treni.
  • fontanella: pedalando nelle gole, prima di arrivare a Stifone, sulla sinistra c’è nascosta una fontana di acqua freschissima. Se non la trovate, chiedete ai passanti
  • parcheggio: Si segnala il comodo parcheggio

(le gallerie lungo la ciclabile, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

Tour360

Cliccate sui bersagli e guardatevi intorno, foto dopo foto, per cominciare a sognare sdraiati sul divano.

Loading...

> La collezione dei tour360 per immergersi nei luoghi.... dal sofà di casa vostra segue...

Raccomandazioni

> Tutte le info su questo sito ed altrove non sono verità assolute. Non vi avventurate! Le Terre della Regina, immaginate dal basso, meritano attenzione, rispetto, consapevolezza. Consigli, note, raccomandazioni, scarico di responsabilità nella pagina dedicata. Leggetele attentamente. Impiegate cinque minuti ora, per risparmiare sventure e contrattempi dopo. segue...

> La discesa in acqua non può essere improvvisata. Le esplorazioni e gli eventi presentati in questo sito presuppongono la padronanza del mezzo, la consapevolezza dei propri limiti, la conoscenza del territorio coinvolto, ... segue...

Extra

Ponte di Augusto

Via dell’Acqua Assisi – Roma

Una “Via” facile, percorribile in mountain-bike o con una robusta bici ibrida, ma anche a piedi e per lunghi tratti anche a cavallo, dal dislivello altimetrico davvero minimo e che collega due città fantastiche come Assisi e Roma. Una “Via” di 250 km di lunghezza e 2.400 metri di dislivello positivo, dei quali 200 km su percorsi ciclabili già realizzati e su strade rurali e 50 km su strade asfaltate. Una “Via” che corre lungo i corsi d’acqua e le campagne umbre e laziali e che, collega la Valle Spoletana, la Valnerina e la Valle del Tevere in un itinerario unico tra i due poli della Cristianità in Italia.”  segue…


(il fiume Nera a Stifone, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

 

Grande Anello dell’Acqua

Il Grande Anello dell’Acqua, a ritroso nel tempo sulle tracce dell’antico Lago Tiberino. Si parte da Perugia per raggiungere Assisi e quindi seguire la Via dell’Acqua fino a Orte. In mezzo,  Spoleto, la Valnerina, le cascate delle Marmore, le gole del Nera. Arrivati a Orte, si entra nel lato oscuro, per risalire il Tevere fino a Perugia. segue…

 

Video360 in packraft

90 secondi di video a tutto tondo, per proseguire l’esplorazione in packraft (muovere mouse/cell per cambiare angolo di visuale).

> Il set dei cortometraggi per raccontare la magia del fiume. Bici, gommone, canoa, packraft, unicorno, .... Quanti modi di vivere il Tevere e i suoi territori? La collezione completa è disponibile sul canale gattesco dedicato segue...

Divagazioni Tiberine

> Dal giro del Trasimeno alla Randonnee delle Regine, dal Grande Anello della Spiga all'Anello Fumaiolo, tutte le divagazioni per avvicinarsi al Tevere o, al contrario, sconfinare nei territori circostanti. segue...

Ciclovie e corsi d’acqua

> La presenza nel territorio italiano di una vasta rete di corsi d’acqua (naturali e artificiali) è una grande opportunità per lo sviluppo della rete cicloturistica. L'utilizzo di questa opportunità è però ostacolato dalla grande difformità insita nel territorio italiano, a cui si aggiunge una altrettanto grande difformità normativa. segue...

Percorsi famiglia

> una panoramica dei percorsi da proporre (con molta cautela) alle nuove generazioni. segue...

Giallone il packraft

> Scendiamo in acqua per scoprire il Tevere dalla prospettiva di un packraft: un canotto leggero e resistente per esplorazioni intermodali treno+bici+piedi+.... segue...

Qua la zampa

>Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere (ma prima leggete le raccomandazioni a terra e in acqua).

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi alla newsletter mensile , ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese feline. Non lasciateci soli! !

(le mole di Narni avvicinandosi alla stazione di  Nera Montoro, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

Gole del Nera in treno e bici (e packraft)
Tag: