Dentro di te il virus di una nuova era.

SPILL-OVER
stavolta il salto di specie fallo tu

In bici fino in spiaggia, lungo la Via al Mare.

Traffico di bici

In corrispondenza dell’allentamento delle restrizioni imposte dall’emergenza Covid, l’impennata dell’attività sul gruppo Facebook, tra post, commenti e nuovi iscritti.

L’aumento esponenziale dei ciclisti lungo i Campi Elisi, porta di accesso per la Via al Mare, registrato nel report di maggio della centralina.

> Le registrazioni dei passaggi di bici, runner, camminanti, .... ad opera delle centraline della Costellazione Regina

(la postazione attiva lungo la Via al Mare)


(la postazione attiva lungo i Campi Elisi)

Mareggiata360

Una selezione di foto sferiche raccolte nel Tour360 dedicato alla Via al Mare.

Loading...

> MappaTevere360: grazie alla mirabolante GattoSfera oltre 250 foto a tutto tondo; un modo nuovo di vedere le Terre della Regina, per scompigliare stereotipi e luoghi comuni sul fiume e i suoi territori. segue...

L’aumento dei click sulla pagina del sito dedicata alla Via al Mare.

Extra

Una nuova mobilità per una nuova fase

La Via al Mare può diventare un asse strategico di connessione tra la metropoli e Fiumicino?

il Belvedere Galeria, lungo la Via al Mare

“[…] Un contributo significativo può arrivare dalla pianificazione, laddove preveda collegamenti ciclabili a carattere metropolitano e territoriale, quindi al di fuori della dimensione urbana. Bene puntare sugli itinerari turistici, ma prestiamo attenzione anche a tutti quegli ambiti metropolitani in cui lo spostamento tramite l’automobile viene scelto perché di fatto non esistono alternative. Un buon esempio di riferimento può essere la superstrada ciclabile Firenze – Prato, che è in fase di progettazione”.

Quindi la rete va costruita anche al di fuori della dimensione urbana. In questo senso è inevitabile ragionare sulle aree interne, molto chiamate in causa in questi giorni come possibile “rifugio” rispetto a contesti urbani ad alta densità, dove il rischio di contagio è maggiore. Tutto bene, ma, dice Alberti, il nodo dei collegamenti è essenziale: “Vanno riqualificate le tratte ferroviarie cosiddette minori per rendere più accessibili le zone extra – metropolitane.”

(Una nuova mobilità per una nuova fase? – Istituto Nazionale di Urbanistica)

(bici lungo la Via al Mare)

Storia della via verso il mare

> Un breve racconto per provare a ripercorrere la storia della via verso il mare. Dal lontano 1988 ad oggi, il faticoso percorso di consapevolezza per seguire il fiume e il suo destino. segue...

Qua la zampa

>Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere.

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese feline. Collaboriamo!

condividi:
SpillOver – salto di specie
Tag: