All’interno delle Discese del Tevere dei volontari DIT e degli scenari di biodiversita’ delle Terre della Regina, dopo la finestra sul rafting nel cuore di Roma, apriamo una parentesi sul Sup. Quanti modi ci sono di vivere il fiume ed i suoi territori?

Il Sup e il Tevere

Con il sup (acronimo di stand up paddling, pagaiare in piedi su una tavola) si va ormai dappertutto: dove c’è acqua, c’è sup. Il Tevere vede sup percorrerne lunghi tratti fin dal 2014: la Discesa Internazionale del Tevere, manifestazione sportiva di canoa tra le più note in Europa, da allora annovera partecipanti in sup da ogni continente. Il Tevere laziale e romano in particolare, percorso in sup è uno spettacolo: per chi lo fa sulla tavola e per chi lo guarda dalla banchina e dai ponti.

Per praticare questo sport servono fondamentalmente una tavola adatta e una pagaia. Il sup è uno sport relativamente facile. Quando lo si pratica in fiume tuttavia occorre conoscerne le insidie e i pericoli. Il Tevere romano ha alcuni punti che richiedono attenzione ed esperienza: la rapida di Ponte Milvio; le rapide dell’Isola Tiberina; i ponti, con i loro insidiosi piloni.

In fiume l’attrezzatura occorrente diventa più complessa ed è meglio rivolgersi a una guida per le prime uscite (per esempio le guide e le associazioni della Federazione Italiana Stand Up Paddling www.fisup.org).

Andrea Ricci

(discesa in Sup durante un Cuore di Tevere)

FiSup

Per la sua commistione di generi, e per la fantasia di utilizzo che sfugge alle catalogazioni, è uno sport conteso a livello di politica dello sport tra le federazioni di surf, canoa, ma anche di windsurf, kitesurf e addirittura di vela, sci nautico, sub.

(tratto da FiSup)

Sup360

La foto sferica scattata durante il quinto Cuore di Tevere.

> I contenuti a tutto tondo dalla collezione fotografica MappaTevere360. Muovere mouse/cell per cambiare direzione di visuale.

Discese del Tevere

> Scendete in acqua insieme a noi, seguendo i volontari della Discesa Internazionale del Tevere. Discese del fiume in canoa, sup, gommone, kayak, packraft, dragonboat, waterbike, ….. segue ...

Qua la zampa

>Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere.

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese feline. Collaboriamo!

condividi:
Il Sup e il Tevere