Firmate la petizione per trasformare una strada di servizio ACEA nella Greenway del Parco di Vejo, per collegare il parco a Roma attraverso l’insugherata e il parco lineare Monte Mario Monte Ciocci. Lo stesso percorso, espanderebbe gli orizzonti fino Bracciano, andando a migliorare la traccia già proposta nelle Divagazioni Tiberine, che attualmente raggiunge il Tevere a Labaro.

Il collettore ACEA

Nel Parco di Vejo, tra isola Farnese e il GRA, ACEA sta costruendo un collettore di 6km.  Fabrizio Colosimo nella petizione  scrive che, al termine dei lavori, la  strada sterrata, già costruita dall’ACEA per la movimentazione e la posa delle tubazioni, potrebbe diventare un percorso ciclo-pedonale, praticamente a costo zero.

In particolare, il passaggio sul collettore, oltre a collegare il Parco di Vejo  a Roma attraverso il parco lineare Monte Ciocci  e l’Insugherata , permetterebbe di agganciare l’attuale percorso Bracciano-Tevere.

Per comprendere l’importanza del percorso del collettore, nella mappa seguente è riportato il tracciato nei diversi colori (credits: Fabrizio Colosimo, Andrea Romagnoli, Marco Randomarmotta):

  • MARRONE da Bracciano al Tevere:  Attualmente il percorso, da Isola Farnese in poi passa a nord del fiume Cremera e riprende il Tevere a Labaro. Seguendo invece il collettore, arriverebbe direttamente al centro di Roma (dettagli nella pagina dedicata)
  • ROSSO IsolaFarnese Gra:  lungo il percorso del collettore ACEA in costruzione (6km) con cui si eviterebbe la pericolosissima Cassia
  • BLU: percorso per campi da Via Spinedi a Via Bracciano
  • VIOLA: Via Bracciano  – Parco Volusia  Insugherata (via Francigena)  MonteMario
  • GIALLO da MonteMario al Tevere lungo il Parco Lineare Ciclabile Monte Ciocci segue…

 

Petizione

Firma la petizione segue…

Le tappe dell’iniziativa

(a cura di Fabrizio Colosimo)

  • indietro nel tempo: I primi articoli del Consigliere di Italia Nostra Oreste Rutigliano che uscirono sulla rivista “Roma Rome”, avendo come tema il succitato collegamento ciclopedonale tra il sito archeologico di Veio e la città di Roma, risalgono al 1989-90.  Nel 1997 viene adottata la legge regionale istitutiva dell’Ente Parco di Veio: nei diversi Piani di Assetto approvati nel corso degli anni, l’asse sentieristico “Veio-Roma” emerge sempre come priorità esecutiva. Infatti la Greenway darebbe il perfetto compimento al piano di assetto territoriale del Parco di Veio.
  • Il più recente aggiornamento del pda del Parco  risale alle Delibera n°41 del 28 giugno 2017
  • 7 Aprile 2021:  viene aperta la petizione su change.org
  • 24 Aprile 2021: Sulla scia dell’iniziativa e del nuovo interesse per la Greenway, torna a riunirsi il GdL“Osservatorio del XV municipio”.
  • 4 Maggio 2021: Incontro “via zoom” con l’assessore Regionale ai “Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità” nel corso del quale ci è stato dato spazio per esporre il progetto della greenway. Sono intervenuti, per illustrare il progetto greenway, il Vicepresidente Commissione Ambiente del XV municipio Consigliera Marcello Ribera e Pierluigi Gazzani come delegato Italia Nostra e dell’Osservatorio
  • 17 maggio 2021: protocollata la relazione Greenway al XV Municipio che richiede il finanziamento dello stesso(primo firmatario il Consigliere municipale Marcello Ribera, partecipante a sua volta ai lavori dell’Osservatorio). post su Facebook
  • 19 maggio 2021: Nel corso della Seduta della X Commissione permanente Consiliare – Sport, Benessere e Qualita’ della Vita – del Comune di Roma Capitale, al primo punto dell’odg la greenway. L’incontro è presieduto dal Presidente e, oltre ai Commissari della X, sono intervenuti, come esterni, il proponente della petizione Fabrizio Colosimo, per l’ACEA il responsabile lavori del collettore ATO2, Giorgio Polesi presidente dell’Ente Parco di Veio, Stefano Simonelli Presidente del XV Municipio, il Vicepresidente Commissione Ambiente del XV municipio Consigliera Marcello Ribera, Pierluigi Gazzani come delegato Italia Nostra e dell’Osservatorio. (registrazione in streaming della riunione). Stefano Simonelli (Presidente del XV Municipio), a termine della riunione del 19 maggio scrive su FB: “La realizzazione di un collegamento da Veio a Roma, tramite un sentiero percorribile a piedi e in bicicletta, è un progetto che nasce molti anni fa. La “greenway”, deve ancora essere tracciata e sarà oggetto di un prossimo Consiglio Municipale, che costituirà la prosecuzione ideale della discussione tenutasi questa mattina …”.
  • 20 giugno 2021: Non passa l’odg relativo alla proposta di valorizzazione della riserva naturale (Greenway Veio) protocollata il 17 maggio 2021. Battuta di arresto dell’iniziativa. Con stupore, visto anche le precedenti manifestazioni di interesse formulate dagli amministratori 5s. L’odg greenway non passa per un mero pretesto di forma su iter finanziamento (v.di intervento consigliere 5s Anzoino che è possibile vedere su youtube, canale XV municipio). In generale per richieste di finanziamenti è previsto un passaggio in Commissione, invece qui si chiedeva sostanzialmente, come spiega il firmatario della proposta, l’approvazione della greenway (quindi principalmente un impegno politico del Municipio) + il finanziamento del solo studio di fattibilità (che poi era già stato redatto dall’ente Parco nel 2016 quindi necessitava solo di eventuali aggiornamenti). Al momento delle votazioni, lo schieramento di cui faceva parte il citato consigliere ha deciso per l’astensione (articolo su VignaClaraBlog). Tuttavia il GdL“Osservatorio del XV municipio” già dalla settimana successiva, riprende a programmare le prossime iniziative che si terranno a partire dall’autunno.
  • 12 Agosto 2021: incontro “via zoom” con Maurizio Veloccia (vicecapo di Gabinetto alla Regione Lazio e attuale Assessore all’Urbanistica della giunta Gualtieri) finalizzata ad esporre il progetto della greenway. Nel corso dell’incontro Veloccia ha espresso interesse per l’iniziativa. Sono intervenuti, per illustrare il progetto greenway, il Vicepresidente Commissione Ambiente del XV municipio Consigliera Marcello Ribera, il proponente della petizione Fabrizio Colosimo e Pierluigi Gazzani come delegato Italia Nostra e dell’Osservatorio
  • 19 Dicembre 2021: Inaugurazione del secondo lotto del parco Papacci alla presenza del Sindaco Gualtieri e di esponenti della giunta capitolina (Alfonsi e Veloccia). Nel corso della inaugurazione, il Presidente del Municipio XV Daniele Torquati e e l’assessore all’Ambiente Marcello Ribera hanno anche accennato all’iniziativa del progetto Greenway.
  • 18 Gennaio 2022: Il Consiglio del XV Municipio approva l’ordine del giorno per la realizzazione della Greenway del parco di Veio (post su Facebook).  Un passaggio fondamentale nell’iter della greenway, dopo la battuta d’arresto del 20 giugno 2021, è stato quindi raggiunto. Adesso, gli Enti competenti, a seguito di questa risoluzione del XV municipio, dovranno e potranno dimostrare ai cittadini la volontà di rendere esecutiva l’odg approvato a cominciare da sciogliere alcuni nodi su qualche passaggio del percorso su fondi privati.

Riferimenti

Per contatti e approfondimenti riferirsi alla pagina Facebook dedicata.

Extra

  • articolo su VignaClaraBlog segue…
  • Post su Facebook: il post su Facebook con la consultazione popolare segue…

(il cantiere Acea, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

Parco di Vejo <-> Parco del Tevere

La parte meridionale del Parco regionale di Veio, a contatto con l’abitato lungo la via Cassia nel XX Municipio del Comune di Roma, è la potenziale meta “principale” del Parco regionale di Veio: un brano integro di Campagna romana a ridosso dell’area urbanizzata della città di Roma.

In prossimità del fiume Tevere vi sono due aree esterne al perimetro del Parco regionale di Veio, e cioè il Parco dell’Insugherata, al di là della via Cassia, lungo il fosso dell’Acquatraversa e il Parco della Valle del Tevere. La vicinanza di questi due Parchi con il Parco regionale di Veio e, al suo interno, con l’ area dell’Inviolatella, permette la realizzazione di un vasto e complesso sistema per la fruizione degli spazi naturali, attraverso la progettazione di corridoi ecologici e di percorsi.

(la mappa del parco, dalla pagina ufficiale)

L’accessibilità metropolitana è garantita a Nord dalla stazione di La Storta, a Sud dalla stazione di Vigna Clara, futuro capolinea della linea C del sistema metropolitano di Roma e snodo dell’anello ferroviario.

  • accessibità dal parco da sud (ossia Vigna Clara/Corso Francia):  al termine della 3 tratta Acea sotto il fosso della crescenza, favorendo le forme di mobilità sostenibile (trasporto pubblico e su ferro e ciclabilità) per l’accesso al sistema dei percorsi interni. Il sistema dell’accessibilità deve privilegiare il sistema di trasporto pubblico, rappresentato dalla testata della nuova linea metropolitana ‘C’, e il sistema ciclopedonale, che potrà raggiungere la Porta attraverso i percorsi ciclabili primari del Lungo Tevere e dell’Acqua Traversa. La disponibilità di sosta per autovetture, presente in misura limitata e di cui comunque non si prevede un rafforzamento, consente anche un accesso automobilistico, che deve tuttavia restare del tutto marginale.
    • La fermata della metropolitana linea C sarà il luogo di attestamento dei percorsi interni di fruizione dell’Area di programmazione integrata di Veio e dell’Inviolatella, per quanto riguarda la parte meridionale, dove è anche opportuno localizzare i necessari servizi di appoggio (noleggio biciclette, ristoro ecc.).
    • Un percorso possibile affianca la Flaminia sino a ricollegarsi con via dei Due Ponti. La via Due Ponti deve essere pienamente integrata nel tessuto dell’area di programmazione integrata, cui giungere con un nuovo tracciato ciclopedonale parallelo alla Flaminia, per ricollegarsi al tracciato della Veientana, realizzando un manufatto di attraversamento di via di Grottarossa, eventualmente svincolato in sovrappasso
  • accessibità dal parco dalla stazione FS La Storta: La stazione della Storta rappresenta la Porta fondamentale di accesso al parco regionale, più precisamente al Area di programmazione integrata di Veio e dell’Inviolatella e, di seguito, alla zona archeologica di Veio e di Isola Farnese. Nella Porta saranno localizzati i necessari servizi di appoggio (noleggio biciclette, ristoro ecc.).

(Dal piano di assetto del Parco di Vejo, allegato G-A3, scheda intervento n°5 pag. 12, scheda n° 16 pag 39,  scheda n°18 pag 43 )

Da Bracciano al Tevere

Il percorso da Bracciano al Tevere seguendo un tratto dell’Acquedotto Traiano. segue…

Anello MonteCiocci Insugherata

L’anello che sale dal parco lineare di MonteMarioCiocci e ridiscende al Tevere passando per la Riserva naturale dell’Insugherata. segue…

Qua la zampa

>Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere (ma prima leggete le raccomandazioni a terra e in acqua).

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese feline. Non lasciateci soli! !

Petizione Greenway Parco di Vejo