I risultati del mese di dicembre 2020 del monitoraggio di passaggi di runner, ciclisti, camminanti, ….  registrati dalle centraline della nascente Costellazione Regina.

Diario di bordo

All’interno della Operazione Euclide (monitoraggio flussi di camminanti, runner, ciclisti, … nelle Terre della Regina), dopo il report di novembre presentiamo, per il mese di dicembre 2020, i risultati delle centraline posizionate lungo il Tevere (e sulla ciclabile Nomentana).

L’analisi dei dati per comodita’ verrà limitata alle due postazioni di Ponte Sublicio e Nomentana, in una esemplificazione che vuole tornare a ragionare sulla natura dei passaggi. Alla fine del mese, ecco il bilancio:

  • media giornaliera: 1435 sulla Nomentana, 636 a Sublicio
  • picco massimo: 2760 a Sublicio domenica 27 dicembre

Questi dati sembrano confermare quanto anticipato il mese scorso, andando a sostenere l’ipotesi delle due diverse vocazioni: prevalenza di pendolari sulla Nomentana, dominanza di sport e svago lungo il Tevere.

Approfondendo l’analisi (con un confronto con le medie del mese scorso) siamo portati a dividere il mese in tre periodi distinti:

  • I settimana (maltempo): rispetto al mese di novembre, la variazione media  feriale dei passaggi sulla Nomentana e’ -36% contro  -48% a Sublicio. Durante le giornate piovose è legittimo pensare che gli spostamenti lavorativi  calino in misura  minore rispetto a quelli associati a svago e sport?
  • II settimana (piena del Tevere): a seguito della lunga perturbazione, dal 6 al 13 si alza il livello del fiume, impedendo il passaggio in banchina.  La riduzione media  feriale  dei passaggi a Sublicio tocca -90% (per due giorni la banchina e’ sommersa da oltre un metro d’acqua), contro il -40% sulla Nomentana
  • III-IV settimana (fango, festivita’, lockdown e seconda piena): Anche se gli interventi di rimozione dello strato di fango in banchina  sono stati incredibilmente veloci, si fatica a tornare alla normalita’. La variazione media  feriale  dei passaggi e’ -51% a Sublicio (-3% sulla Nomentana).

(la banchina sommersa dalla piena, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

Furti, vandalismi e…

In questo mese abbiamo dovuto amaramente constatare l’impossibilita’ di monitorare i passaggi in aree troppo periferiche. Dopo il furto della centralina al Ponte Romano avvenuto a fine giugno, e’ il turno delle centraline a Ponte Galeria (vandalizzata) e a Nazzano (scomparsa).

Le registrazioni accumulate a Ponte Galeria nei mesi scorsi confermano il report estivo e si riassumono in tre dati: una media giornaliera feriale di 51 passaggi, che sale a 165 il sabato e a 319 la domenica. Il massimo e’ stato registrato domenica 18 ottobre con 644 conteggi (quasi raddoppiato rispetto al picco registrato questa estate).

La situazione fotografata dal breve periodo di attivita’ della centralina di Nazzano (solo 1 mese prima del furto) replica la media feriale (46 passaggi) ma con un picco festivo inferiore (224 passaggi, registrato domenica 29 novembre). Sicuramente la riserva nei pressi di Poggio Mirteto paga lo scotto di un bacino di utenza nettamente inferiore a quello a disposizione della riserva del litorale romano, quest’ultima posizionata ai confini della capitale. Entrambe si caratterizzano per una concentrazione di presenze nel weekend, come era legittimo immaginare.

(confronto registrazioni a Galeria e Nazzano da ottobre a dicembre)

Esclusa la possibilita’ di posizionare nuove unita’ in questi territori, abbiamo spostato l’attenzione sulle Terre del Nord,  rimaste fino ad oggi fuori dal monitoraggio. La centralina è stata attivata prima delle feste natalizie. Incrociamo le dita ed aspettiamo fine gennaio per un primo bilancio.

Raccolta fondi CICSIC

Intanto e’ partita la raccolta fondi per espandere la rete di centraline su tutta Roma. L’esperienza sulla ciclabile Nomentana infatti, oltre ad alimentare un confronto dei flussi lungo le due direttrici (sport, svago, biketowork, …), stimola a puntare i riflettori sugli altri assi ciclabili: lungomare di Ostia, Gregorio VII, Monte Ciocci, …. segue…

Portale dati

I dati raccolti dalle centraline sono attualmente visionabili sulla piattaforma Thingspeak, secondo l’impostazione operata dal grande CapoMaker Alessandro Giacomel. In previsione pero’ di aumentare le postazioni   (e con esse i grafici comparativi), si e’ cominciato a ragionare su un portale dedicato.

La squadra guidata da Remo, in poche settimane ha realizzato una prima bozza.  I risultati sono molto promettenti. segue…

(i passaggi registrati questo mese dalle 4 centraline operative)

Monitor passaggi

> Le registrazioni dei passaggi di bici, runner, camminanti, .... ad opera delle centraline della Costellazione Regina

(il portale sperimentale, cliccare sulle bandierine per il dettaglio delle centraline)


(la postazione attiva nelle Terre del Nord)


(la postazione attiva lungo la Citta' Eterna)


(la postazione attiva nei Campi Elisi)

 

la postazione contapassaggi extra lungo la Ciclabile Nomentana:

Qua la zampa

>Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere.

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese feline. Collaboriamo!

Contagatti dic2020
Tag: