I risultati di 7 mesi nel monitoraggio di passaggi di runner, ciclisti, camminanti, …. registrati dalle centraline della Costellazione Regina.

Diario di bordo

All’interno della Operazione Euclide (monitoraggio flussi di camminanti, runner, ciclisti, … nelle Terre della Regina), dopo il report di marzo presentiamo i risultati delle centraline operative lungo il Tevere da aprile ad oggi.

(pedalando a fine agosto lungo la Via al Mare)

A marzo accennavamo a tre buoni motivi per investire sulle ciclabili: pandemia, cambiamenti climatici e caro benzina. Nel frattempo se ne è aggiunto un quarto: è uscito il Piano Generale della Mobilità Ciclistica, che definisce una strategia nazionale per realizzare, anche nel nostro Paese, un modello di mobilità integrata, multimodale e sostenibile, di cui la ciclabilità sia pilastro.  Al fine di valutare l’effettivo impatto del piano sui diversi aspetti da esso considerati, il PGMC consiglia di monitorare diversi indicatori, tra cui il numero di utenti che utilizzano la bicicletta per gli spostamenti entro i 5-10 km nella vita quotidiana segue…

In attesa che le amministrazioni facciano la loro parte, proseguiamo dal basso, nel monitoraggio delle presenze lungo il Tevere.

Già dallo  scorso report  abbiamo puntato il focus sul corridoio ciclabile che porta i romani al mare, all’interno della ottava ed ultima tappa della futura Regina Ciclovia Tiberina. Ora possiamo basare le nostre analisi su un periodo molto più lungo: quello che va da aprile ad ottobre.

Il grafico precedente riporta i passaggi registrati da 4 centraline: 3 lungo il Tevere (TordiQuinto in verde, Ponte Sublicio in blu, Episcopio di Porto in giallo) e la quarta sulla ciclabile Nomentana (in rosso).

I mesi primaverili sono quelli che riscuotono maggiore successo, seguiti dalla curva calante dell’estate. A settembre gli andamenti risalgono, trainati dalla ciclabile Nomentana associata al pendolarismo quotidiano. Il grafico dei passaggi registrati all’Episcopio di Porto (avvicinandosi a Fiumicino) sembra individuare una presenza costante (intorno ai 200 passaggi giornalieri), con picchi associati alle domeniche di sole.

Concentrando l’analisi alle centraline di Sublicio (in blu) e Episcopio (in giallo), saltano subito all’occhio i picchi festivi.

Ricordiamo che  le centraline conteggiano per difetto, con un errore  noto già da tempo tanto più alto quanto le persone si spostano in gruppo (situazione tipica di chi pedala verso il mare). Una misura grossolana di questo la abbiamo confermato il 13 marzo:  nelle 4 ore di monitoraggi manuali la centralina elettronica attiva ha totalizzato 285 passaggi, a fronte dei 579 reali (segue…).

I limiti della postazione auto costruita, se impediscono di misurare con precisione i passaggi, raccontano comunque la vitalità dei luoghi. L’auspicio è che il Comune di Fiumicino installi presto una postazione ufficiale, così come fatto sulla Nomentana.

Le considerazioni precedenti ci portano a stimare, in sette mesi di registrazioni,  oltre 40.000 passaggi lungo la Via al Mare. A fronte di un numero così significativo di presenze, non sembra corrispondere, purtroppo, un impegno concreto da parte delle amministrazioni. E’ appena uscita la delibera regionale che stanzia 4 milioni per la Ciclovia Tirrenica (segue). Ma da indiscrezioni, sembra che questi fondi saranno destinati ai lavori lungo la costa. Nessun aggiornamento quindi per lo sterrato di competenza del Comune di Roma (va da G.R.A. Mezzocammino a Parco Leonardo FS), che al momento resta una terra di nessuno. Il tratto è infestato da canneto, rovi e fango, e a fine estate ci si mettono pure i tribulus. Senza contare i proprietari terrieri, che in più occasioni avrebbero espresso il loro parere contrario al passaggio dei ciclisti. segue…

Non ci resta che stringere i denti… e firmare la petizione segue…

Portale dati

> Le registrazioni dei passaggi di bici, runner, camminanti, .... sul portale sperimentale realizzato da Remo

(il portale sperimentale, cliccare sulle bandierine per il dettaglio delle centraline)


(la postazione attiva nelle Terre del Nord)


(la postazione attiva nella Città Eterna)


(la postazione attiva lungo la Via al Mare)

Special guest:

la postazione contapassaggi extra lungo la Ciclabile Nomentana:

Extra

Petizione Via al Mare

> Firma anche tu le petizioni dedicate alle Terre della Regina segue...

  • prolungamento fino al mare: Firmate la petizione di Riccardo Santoro avviata qualche anno fa per “Prolungare la ciclabile di Roma fino al mare”
  • Manutenzione tratto Fiumicino: La nostra bellissima pista ciclabile lungo Tevere versa in cattive condizioni. Dal quartiere di Parco Leonardo fino all’Oasi di Porto è quasi inutilizzabile per via delle sterpaglie che ormai l’hanno invasa. Ogni giorno, specie nel fine settimana, questo percorso ricco di natura e storia è utilizzato da moltissime persone, sia del posto, sia provenienti da Roma. Lo stato di abbandano evidente è una pessima pubblicità per la città e scoraggia tutti dall’utilizzare la bicicletta come alternativa all’auto. Prima che sia troppo tardi, è importante ridare alla pista un aspetto dignitoso (e funzionale) perchè se la gente si convincerà che non è “sicura” inizierà ad abbandonare la bicicletta e ci vorranno anni prima di riconvincere tutti.

Storia della via verso il mare

> Un breve racconto per provare a ripercorrere la storia della via verso il mare. Dal lontano 1988 ad oggi, il faticoso percorso di consapevolezza per seguire il fiume e il suo destino. segue...

Nuove postazioni ufficiali

Non si hanno invece ancora notizie delle due postazioni professionali installate ad ottobre 2021  da Romamobilita  a Ponte Milvio e Aventino.

(la centralina temporanea a Lungotevere Aventino)

Sulla falsariga di quanto fatto per la postazione Nomentana (vedasi il report nr.26), attendiamo che i dati vengano resi pubblici per poterli confrontare con quelli registrati dalle nostre postazioni autocostruite.

Qua la zampa

>Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere (ma prima leggete le raccomandazioni a terra e in acqua).

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi alla newsletter mensile , ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese feline. Non lasciateci soli! !

(lo scenario della Via al Mare, dalla collezione fotosferica Mappatevere360 )

ContaPassaggi Gattesco apr-ott2022, report nr.32
Tag: