I risultati di febbraio e marzo nel monitoraggio di passaggi di runner, ciclisti, camminanti, …. registrati dalle centraline della Costellazione Regina.

Diario di bordo

All’interno della Operazione Euclide (monitoraggio flussi di camminanti, runner, ciclisti, … nelle Terre della Regina), dopo il report di gennaio presentiamo i risultati delle centraline lungo il Tevere per i mesi di febbraio e marzo.

Ai due anni di pandemia (con l’OMS che spinge all’uso della bicicletta) e ai cambiamenti climatici (con la tanto invocata transizione ecologica), ora si aggiunge il caro benzina associato alla guerra in Ukraina. Insomma, non dovrebbero mancare le motivazioni per investire sull’ampliamento delle infrastrutture ciclabili. Avere percorsi protetti e capillari resta  infatti la prima condizione perchè la gente si convinca a lasciare la macchina a casa. Niente di nuovo (come insegnano le esperienze di altri paesi), ma ripetiamocelo fino all’ossessione, visti i centimetri di piste ciclabili distillati a Roma con il contagocce.

In attesa che le amministrazioni facciano la loro parte, proseguiamo dal basso, nel monitoraggio delle presenze lungo il Tevere. Nel report di gennaio abbiamo quantificato un anno di passaggi registrati con le centraline auto costruite: oltre un milione.

Nei due mesi appena passati ci siamo invece concentrati sul corridoio verso il mare di Fiumicino, inserito all’interno della ottava ed ultima tappa della futura Regina Ciclovia Tiberina. L’incremento di presenze è infatti innegabile. Chi si addentrava nella riserva del litorale, fino a due anni fa metteva in conto (nel bene e nel male) di pedalare in solitaria per diversi km. Oggi, in una domenica di sole, il via vai di bici è sorprendente. E non solo gruppi che si allenano in mtb, ma anche famigliole, gente che corre, che passeggia,…. Idem arrivati alla darsena di Fiumicino, con le bici parcheggiate ad ora di pranzo, nei pressi di ristoranti, pizzerie, ….. I trend non possono che aumentare, perchè Roma ha oltre 2  milioni di abitanti e perchè – a distanza di 3 anni dalla apertura del corridoio ciclabile fino a Fiumicino – ancora ci capita di incontrare ciclisti che la percorrono per la prima volta.

(presenze al tornante Guarini durante la giornata del 13 marzo)

Da qui l’esigenza di quantificare numericamente i passaggi. Avremmo posizionato una centralina già da tempo, se non ci avesse frenato la paura di subire atti vandalici, già verificatisi nella postazione installata nel 2020 a Ponte Galeria. Dopo tanti tentennamenti, per non perdere i trend, abbiamo comunque deciso di rischiare: una centralina è ora operativa, e speriamo possa continuare ad esserlo anche per i mesi a venire.

Per quanto detto sopra, fino ad ora  i dati associati alla Via al Mare sono stati registrati in maniera intermittente. Nello specifico le registrazioni iniziano  nel 2020 a Ponte Galeria, dove il picco passa dai 300 del periodo luglio-settembre ai 600 di ottobre e poi  novembre. Gli atti vandalici di dicembre costringono a ritirare la centralina. Dobbiamo aspettare il weekend del 24-25 aprile 2021 per nuovi dati: la centralina temporanea registra  1064 passaggi sabato e  1212 domenica. A settembre dello stesso anno c’è la prima registrazione dei flussi all’Episcopio di Porto: ma il picco (inferiore ai 500 passaggi) è sabato, perchè la domenica il meteo si guasta. Arriviamo al 2022. A febbraio si posiziona stabilmente una centralina nel tratto pavimentato avvicinandosi a Fiumicino.

Nel grafico precedente sono riportati i dati inviati dalle tre postazioni operative nelle Terre della Regina: a TordiQuinto, a Ponte Sublicio e all’Episcopio di Porto. Salta subito all’occhio l’uniformità dei flussi: i picchi si concentrano sempre la domenica, massimi in corrispondenza dei weekend di sole. I flussi provenienti da Fiumicino non superano però i 600 passaggi registrati, a differenza di quelli nel tratto metropolitano, che sfiorano i 3000.

Ai 600 passaggi teorici della domenica, corrispondono almeno 1000 reali, a causa dell’errore del conteggio.  Che il sensore rivelasse meno passaggi di quelli reali è noto già da tempo. Purtroppo questo errore varia in base a tanti fattori, tra cui posizione della centralina e tipo di deflettori montati intorno al sensore.

Una misura grossolana dell’errore la abbiamo dal monitoraggio del 13 marzo:  nelle 4 ore di monitoraggi manuali la centralina elettronica attiva ha totalizzato 285 passaggi, a fronte dei 579 reali (nel capitolo successivo maggiori dettagli).

Infine, confrontando i dati dell’anno precedente a Ponte Galeria, dovremmo ipotizzare una diminuzione dei passaggi, e non l’aumento raccontato all’inizio del capitolo. Una possibile spiegazione è l’impossibilità di confrontare le registrazioni, perché la recente introduzione di deflettori maggiorati ha aumentato l’errore (in difetto) accumulato dalla elettronica. In particolare: deflettori troppo voluminosi perdono il passaggio di bici in velocità. Troppo piccoli, contano due volte il passaggio di un pedone.

Per quanto detto, i dati sono confrontabili nel tempo solo a condizione che la centralina sia la stessa per tutto l’arco di tempo considerato. Impossibile da garantire nei lunghi periodi, a causa dei ripetuti interventi di manutenzione che costringono a sostituire di volta in volta l’unità operativa in loco.

I limiti della postazione auto costruita (analizzati nel capitolo successivo), se impediscono di misurare con precisione i passaggi, raccontano comunque la vitalità dei luoghi. L’auspicio è che il Comune di Fiumicino (su quello di Roma alziamo le mani sconsolati) installi presto una postazione ufficiale, così come fatto sulla Nomentana.

Monitoraggi manuali

Sulla falsariga di quanto già fatto un anno fa, per la centralina attiva a Tor di Quinto, nel mese di marzo sono stati effettuati due monitoraggi manuali: il primo domenica 13, in occasione della mattina di rigenerazione del PuntoBussola al tornante Guarini, il secondo sabato 19, nei pressi di Ponte Sublicio, al fine di testare un nuovo sensore.

(la centralina temporanea)

Via al Mare domenica 13

Domenica 13 marzo Elisa ha scrupolosamente annotato i passaggi di MTB, city byke, runner, …. durante la mattinata gattesca al Tornante Guarini. Nelle 4 ore di monitoraggi manuali, la centralina elettronica ha totalizzato 285 passaggi, a fronte di 579 reali.

L’errore è maggiore all’aumentare di passaggi di gruppo, poiché il sensore non è in grado di distinguere soggetti a distanza inferiore a 2 secondi l’uno dall’altro. Il seguente prospetto confronta il totale dei passaggi orari , nelle registrazioni manuali ed elettroniche.

Città Eterna sabato 19

Sabato 19, dalle 11 alle 12, è stato realizzato un monitoraggio manuale nei pressi di Ponte Sublicio, dove è già attiva una postazione fissa. In quella occasione è stata sperimentata una centralina portatile, equipaggiata con un nuovo sensore.

Quest’ultima ha contato 205 passaggi, a fronte di 286 effettivi annotati manualmente. La postazione fissa, nello stesso orario, ha invece registrato solo 119 passaggi. L’errore commesso dalle due centraline elettroniche è sensibilmente diverso ed è influenzato da tanti fattori, tra cui la posizione e la forma dei deflettori. Ogni centralina auto costruita è un pezzo unico. Impossibile confrontare i dati accumulati.

Dettaglio delle registrazioni

I grafici precedenti e il  dettaglio delle registrazioni manuali sono visionabili nel pdf dedicato.

 

Totem Gattesco

Il totem gattesco è stato presente la mattina del 13 marzo. Sentirsi parte di una comunità, poter contribuire – passando – ad incrementare un piccolo numerino, è pur sempre una grande soddisfazione!

La storia del totem segue…

Nuove postazioni ufficiali

Non si hanno invece ancora notizie delle due postazioni professionali installate ad ottobre  da Romamobilita  a Ponte Milvio e Aventino.

(la centralina temporanea a Lungotevere Aventino)

Sulla falsariga di quanto fatto per la postazione Nomentana (vedasi il report nr.26), attendiamo che i dati vengano resi pubblici per poterli confrontare con quelli registrati dalle nostre postazioni autocostruite.

Portale dati

> Le registrazioni dei passaggi di bici, runner, camminanti, .... sul portale sperimentale realizzato da Remo

(il portale sperimentale, cliccare sulle bandierine per il dettaglio delle centraline)


(la postazione attiva nelle Terre del Nord)


(la postazione attiva nella Città Eterna)


(la postazione attiva lungo la Via al Mare)

Special guest:

la postazione contapassaggi extra lungo la Ciclabile Nomentana:

 

Qua la zampa

>Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere (ma prima leggete le raccomandazioni a terra e in acqua).

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese feline. Non lasciateci soli! !

ContaPassaggi Gattesco feb-mar2022, report nr.31